giovedì 26 maggio 2011

Risotto alla certosina e Liliata

MATTINO: latte scremato ml. 150; caffè ml. 50, pane g. 25; oppure the ml. 150; pane g. 50.

MEZZOGIORNO: Risotto alla certosina, un frutto (g. 150).

SERA: Liliata, pane g. 50.

Le ricette: Risotto alla certosina

liliata
Risotto alla certosina
Ingredienti: 50 g. di riso, 60 g. di punte di asparagi, 60 g. di funghi freschi, pepe, 100 g. di speck, 30 g. di cipolla, ½ spicchio d'aglio, prezzemolo, un cucchiaio di vino bianco, una tazza di brodo vegetale.

Trita finemente la cipolla, falla appassire in un tegame con un cucchiaino d'olio, aggiungi le punte di asparagi e lo speck tagliato a dadini e fai rosolare per qualche minuto. Unisci il riso, fallo rosolare per un altro paio di minuti mescolando continuamente. Irrora con il vino, lascialo evaporare a fuoco vivace e fai cuocere il riso per ¼ d'ora, versando il brodo caldo poco alla volta. Metti il ½ spicchio d'aglio in un tegame con un cucchaino d'olio e ½ di burro, unisci i funghi, falli rosolare per 5 minuti a fuoco vivace e insaporiscili con pepe e sale. Unisci i funghi al riso pochi minuti prima della fine della cottura, quindi togli dal fuoco il risotto alla certosina al dente e morbido, cospargilo con prezzemolo tritato e mangialo ben caldo.

Liliata

Ingredienti: 75 g. di fiori di lillà in fioritura non troppo avanzata, 50 g. di pancetta magra, pepe, 100 g. di carne di manzo, un cucchiaio di brandy, 150 g. di succo d'uva acerba, 75 g. di silene enflata, aceto.

Monda i fiori di lillà e tritali insieme alla carne di manzo e alla pancetta. Aggiungi il succo d'uva ottenuto schiaccinado i chicchi nello schiacciapatate, amalgama tutto bene in una terrina e aggiusta di pepe e di sale. Schiaccia l'impasto e emettilo in una padella con un cucchiaino d'olio, spruzzalo con il brandy e portalo a cottura girandolo da entrambi i lati.
Mangia la liliata accompagnata dalla silene enflta cruda condita con un cucchiaino d'olio, pepe, sale e aceto.

Condividi